• Strada Statale Sannitica 87 n.60 Casoria (NA)
  • +39 081.7576061

GUIDA ALLA PULIZIA DI SANITARI E RUBINETTERIA

Il calcare minaccia ogni superficie a contatto con l'acqua. Esso si forma infatti con l'acqua "dura", cioè un’acqua con alto contenuto di calcio e magnesio. Se ristagna sulle superfici o all'interno di tubature, quest'acqua deposita il calcare. Sul mercato esistono numerosi anticalcare, certamente efficaci ma altrettanto dannosi per l'ambiente e la salute, oltre che costosi. Per togliere i segni del calcare, basta avere a disposizione una sola arma, presente in ogni dispensa di casa: l'aceto bianco. Economico, versatile ed estremamente comune, l'aceto è il mezzo utilizzato da sempre come anticalcare. Se l'incrostazione è evidente, basta versare su un panno una quantità di aceto e di acqua calda e avvolgere con esso il rubinetto. Lasciare agire per un paio d'ore, dopo di che rimuovere il panno. Risciacquare con acqua fredda e asciugare la superficie. L'asciugatura è una buona prassi dopo l'utilizzo dei lavelli e dei lavandini, per evitare il ristagno d'acqua e il conseguente ritorno del calcare. Ma il calcare peggiore è quello che non si vede: intasa i filtri dei rubinetti, causando non solo un afflusso limitato di acqua, ma anche l'accumulo di batteri. In questo caso, almeno una volta l'anno, è utile svitare i filtri dei rubinetti (e anche del soffione della doccia) e metterli a bagno in un recipiente con aceto bianco puro o diluito con acqua calda. Si lascia agire per qualche ora, dopo di che si lasciano asciugare. Per la pulizia quotidiana è invece sufficiente usare uno spruzzino con all'interno metà acqua e metà aceto, magari con l'aggiunta di qualche goccia di limone per stemperare l'odore dell'aceto. Ma non solo rubinetti: l'aceto può essere usato per la pulizia di tutte le superfici lavabili, come anticalcare, lucidante e antibatterico. Un’alternativa all’aceto, ottenendo i medesimi risultati, può essere data dal bicarbonato.
Preparate con esso una miscela attenendovi alle seguenti dosi:
¾ di povere di bicarbonato
 ¼ di acqua

Con questi due semplici ingredienti formate un impasto dalla consistenza cremosa ma non troppo liquida. Con l’aiuto di una spugnetta leggermente inumidita passate il prodotto che avete creato sul lavandino, sugli altri sanitari e su tutti i rubinetti. Sfregate le aree da pulire insistendo maggiormente nelle zone più incrostate dal calcare. Risciacquate con acqua tiepida e passate su tutte le parti che avete trattato un panno spugna asciutto per eliminare l’acqua in eccesso. In questo modo eviterete che il calcare si formi di nuovo.

Condividi su Facebook